CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui Cookie e sulla Privacy

Informativa sui cookie

Cosa sono i cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su Internet, quando si leggono determinate email o quando si utilizzano determinati servizi. Sono semplici righe di testo usate per diverse finalità: eseguire autenticazioni automatiche, memorizzare informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, tenere traccia di comportamenti a finalità statistiche. La gestione dei cookie è sotto il controllo diretto dell’utente: è possibile impedire la registrazione dei cookie, cancellarli o semplicemente selezionare quelli che si desidera conservare. Nella maggior parte dei browser i cookies sono abilitati di default; in questa informativa troverai le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookies sul tuo browser.

Vi forniamo queste informazioni in quanto parte integrante della nostra iniziativa finalizzata al rispetto della legislazione recente intervenuta in materia, e per assicurare la nostra onestà e trasparenza in merito alla tua privacy quando ti servi del nostro sito internet. Queste informazioni sono fornite dal sito internet claaicampania.it, gestito dalla Proxys consulting srl, conformemente al provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell’8 maggio 2014, recante “Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”.

 

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

E' ammissibile l'uso della PEC per la notificazione di sanzioni?

notifica sanzioni
 
l Ministero dello sviluppo economico, con proprio  parere del 28 agosto 2014,  si è pronunciato sull'ammissibilità della notificazione via PEC  delle sanzioni amministrative alle imprese da parte delle Camere di Commercio.
 
Nello stesso parere il Mise rileva che il codice dell'amministrazione digitale (CAD), a seguito delle modifiche introdotte con il DL 179 del 2012, ha fissato i seguenti principi:
 
a) la presentazione di istanze, dichiarazioni, dati e lo scambio di informazioni e documenti, anche a fini statistici, tra le imprese e la PA avviene esclusivamente utilizzando le tecnologie dell'informazione e della comunicazione;
b) con le medesime modalità le PA adottano e comunicano atti e provvedimenti amministrativi nei confronti delle imprese;
c) con DPCM 22 luglio 2012 era già stabilito che "dal 1° luglio 2013, la presentazione di istanze, dichiarazioni, dati e lo scambio di informazioni e documenti, anche a fini statistici, tra le imprese e le amministrazioni pubbliche avvengono esclusivamente in via telematica; a decorrere dalla stessa data, in tutti i casi in cui non è prevista una diversa modalità di comunicazione telematica, le comunicazioni avvengono mediante l'utilizzo della posta elettronica certificata."
 
Ne consegue che l'utilizzo esclusivo della PEC, non è posto in termini di facoltà per il cittadino, ma di obbligo reciproco per le comunicazioni  tra PA e imprese.
Per adempiere tale obbligo la PA ha l'onere di verifica dell'indirizzo PEC, sulla base di quanto riportato nell'indice INI PEC, unico elenco predisposto per verificare l'esistenza e la veridicità delle PEC; dopo tale verifica e  l'individuazione dell'indirizzo PEC da utilizzare, la PA può procedere con le modalità ordinarie in materia di notifica, compiuta giacenza, ecc.
 
Infine, il Mise evidenzia, per completezza, che Equitalia ha esteso (dal 26 agosto 2014) anche alle imprese individuali la notifica delle cartelle di pagamento di propria competenza esclusivamente tramite PEC.