CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui Cookie e sulla Privacy

Informativa sui cookie

Cosa sono i cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su Internet, quando si leggono determinate email o quando si utilizzano determinati servizi. Sono semplici righe di testo usate per diverse finalità: eseguire autenticazioni automatiche, memorizzare informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, tenere traccia di comportamenti a finalità statistiche. La gestione dei cookie è sotto il controllo diretto dell’utente: è possibile impedire la registrazione dei cookie, cancellarli o semplicemente selezionare quelli che si desidera conservare. Nella maggior parte dei browser i cookies sono abilitati di default; in questa informativa troverai le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookies sul tuo browser.

Vi forniamo queste informazioni in quanto parte integrante della nostra iniziativa finalizzata al rispetto della legislazione recente intervenuta in materia, e per assicurare la nostra onestà e trasparenza in merito alla tua privacy quando ti servi del nostro sito internet. Queste informazioni sono fornite dal sito internet claaicampania.it, gestito dalla Proxys consulting srl, conformemente al provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell’8 maggio 2014, recante “Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”.

 

Calendario Eventi

Categorie

ODONTOTECNICI: APPROVATO IL DDL SULLE PROFESSIONI SANITARIE NON MEDICHE

Il Consiglio dei Ministri nella seduta dell’11 novembre ha approvato il disegno di legge sulle “professioni sanitarie non mediche”
Titolo di studio universitario, iscrizione obbligatoria all’Albo professionale anche per i dipendenti pubblici, istituzione degli Ordini professionali, verifica periodica dell’abilitazione all’esercizio della professione, sono le principali nuove disposizioni in materia di professioni sanitarie non mediche contenute nel suddetto disegno di legge.
Il provvedimento, nel rispetto del nuovo riparto delle competenze tra Stato e Regioni, si propone lo scopo di consentire una graduale riorganizzazione del settore delle professioni sanitarie non mediche e contiene i principi fondamentali di competenza statale per l’istituzione di nuove professioni, dei loro contenuti e dei titoli richiesti per il relativo esercizio.
L’approvazione del DDL da parte del Consiglio dei Ministri e l’avvio dell’iter parlamentare incrementano le possibilità di avere il quadro di riferimento legislativo nel quale inserire la nuova regolamentazione del profilo professionale degli odontotecnici.
Come Claai seguiremo con attenzione tutto l’iter, intraprenderemo tutte le possibili iniziative utili e assicureremo una puntuale informazione a tutta la categoria degli odontotecnici.

ECM ODONTOTECNICI: LE DATE DELLA 2^ EDIZIONE DEL CORSO

ECM – Educazione Continua in Medicina corso per ODONTOTECNICI
Bite e similari nella risoluzione di sindromi algico-disfunzionali dell’apparato stomatognatico (2^ EDIZIONE)

12/11/2004 13/11/2004 19/11/2004 20/11/2004

DESTINATARI

Il corso prevede massimo 40 PARTECIPANTI ed è rivolto agli odontotecnici della Regione Campania.
La sede del corso è presso la “Sala conferenze” della CLAAI in Napoli P.zza Garibaldi, 49.

PARTECIPAZIONE

La quota di partecipazione all’iniziativa è di 120,00 Euro (IVA inclusa).
La PRENOTAZIONE è OBBLIGATORIA al n. 081/5544990

CREDITI FORMATIVI

Ad ogni partecipante verranno attribuiti e rilasciati dal Ministero della Salute

14 CREDITI FORMATIVI

PROGRAMMA

12/11/2004ore 9.00 – 14.00 Dott. Ciro Valentino - Prof. Paolo Parrinello

  • Presentazione del corso e saluti dell’Ente Organizzatore;
  • Concetti di anatomia dell’apparato stomatognatico;
  • Cenni di fisiologia dell’apparato stomatognatico;
  • Sviluppo e crescita del distretto oro-maxillo-facciale;


13/11/2004 ore 09.00 – 14.00 Prof. Paolo Parrinello - Dott. Ciro Valentino

  • Principi di gnatologia;
  • Biomeccanica masticatoria;
  • Patologie dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM);
  • Correlazioni tra postura ed ATM.


19/11/2004 ore 09.00 – 14.00 Prof. Ciro Russo - Prof. Luigi Masarone

  • Analisi Razionale dei casi con l’odontoiatra;
  • Studio della letteratura corrente sugli ortotici e varie scuole di pensiero;
  • Stato dell’arte ed orientamenti attuali.


20/11/2004 ore 09.00 – 14.00 Prof Luigi Masarone - Prof. Ciro Russo

  • Progettazione e costruzione;
  • Controllo tecnico e clinico;
  • Modifiche nell’evoluzione dei casi clinici e ruolo dell’odontotecnico;
  • Verifica del corso. Tema e tests a risposta multipla.

ECM ODONTOTECNICI: LE DATE DEL PROSSIMO CORSO

ECM – Educazione Continua in Medicina corso per ODONTOTECNICI
Bite e similari nella risoluzione di sindromi algico-disfunzionali dell’apparato stomatognatico

29/10/2004 30/10/2004 05/11/2004 06/11/2004

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Il Ministero della Salute ha reso obbligatoria l’Educazione Continua in Medicina (ECM) per tutti gli operatori sanitari allo scopo di mantenere elevate ed al passo coi tempi la professionalità degli stessi. In questo ambito CLAAIFORM, ente di formazione della CLAAI, associazione dell’artigianato e PMI, ha provveduto a richiedere l’autorizzazione al Ministero per realizzare interventi formativi e di aggiornamento per odontotecnici.

DESTINATARI

Il corso prevede massimo 40 PARTECIPANTI ed è rivolto agli odontotecnici della Regione Campania.
La sede del corso è presso la “Sala conferenze” della CLAAI in Napoli P.zza Garibaldi, 49.

PARTECIPAZIONE

La quota di partecipazione all’iniziativa è di 120,00 Euro (IVA inclusa).
La PRENOTAZIONE è OBBLIGATORIA e pertanto si prega di compilare la scheda allegata ed inviarla via fax ad uno dei seguenti numeri: 081/5541574 – 5544990 – 269258 – 266261 ENTRO IL 22 OTTOBRE.

 

CREDITI FORMATIVI

Ad ogni partecipante verranno attribuiti e rilasciati dal Ministero della Salute.

14 CREDITI FORMATIVI

PROGRAMMA

29/10/2004ore 9:00 – 14:00 Dott. Ciro Valentino - Prof. Paolo Parrinello

  • Presentazione del corso e saluti dell’Ente Organizzatore;
  • Concetti di anatomia dell’apparato stomatognatico;
  • Cenni di fisiologia dell’apparato stomatognatico;
  • Sviluppo e crescita del distretto oro-maxillo-facciale;


30/10/2004ore 09:00 – 14:00 Prof. Paolo Parrinello - Dott. Ciro Valentino

  • Principi di gnatologia;
  • Biomeccanica masticatoria;
  • Patologie dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM);
  • Correlazioni tra postura ed ATM.


05/11/2004 ore 09:00 – 14:00 Prof. Ciro Russo - Prof. Luigi Masarone

  • Analisi Razionale dei casi con l’odontoiatra;
  • Studio della letteratura corrente sugli ortotici e varie scuole di pensiero;
  • Stato dell’arte ed orientamenti attuali.


06/11/2004 ore 09:00 – 14:00 Prof Luigi Masarone - Prof. Ciro Russo

  • Progettazione e costruzione;
  • Controllo tecnico e clinico;
  • Modifiche nell’evoluzione dei casi clinici e ruolo dell’odontotecnico;
  • Verifica del corso. Tema e tests a risposta multipla.

ODONTOTECNICI: IMMINENTE LA REVISIONE DELLA DIRETTIVA CEE 93/42 IN MATERIA DI DISPOSITIVI MEDICI SU ORDINAZIONE

Di Achille Capone

Nei mesi scorsi si è sviluppato un enorme lavoro di proposte e di consultazioni a livello europeo per determinare la revisione della Direttiva Europea 93/42 in materia di Dispositivi Medici che si concluderà nei prossimi giorni. Infatti, nel mese di settembre, il Gruppo di Esperti sui Dispositivi Medici (MDEG), costituito da esponenti delle Autorità Nazionali Competenti, ratificherà i documenti proposti che, da allora, rappresenteranno le interpretazioni ufficiali delle Direttive.
I documenti all’esame del MDEG sono tre e agli odontotecnici interessa, in modo sostanziale, quello destinato ai fabbricanti di dispositivi su ordinazione.
Preliminarmente è importante sottolineare che questa nuova definizione – fabbricanti di dispositivi su ordinazione – individua in modo efficace l’aspetto qualificante di una fabbricazione successiva e contestuale ad una ordinazione ( la prescrizione), in assenza della quale, non si può correttamente classificare il prodotto quale dispositivo medico.
Poi, il documento, tenta di eliminare ogni equivoco su attribuzioni e competenze tra le diverse figure che intervengono nella produzione ed applicazione dei dispositivi fabbricati su ordinazione. In sintesi:
a) chi emette l’ordine deve specificare le particolari caratteristiche del dispositivo richiesto;
b) l’odontotecnico, fabbricante su ordinazione, è il soggetto che risponderà del dispositivo anche per la progettazione.
La parte principale del documento in esame è quella riguardante le modalità d’immissione sul mercato dei dispositivi medici fabbricati su ordinazione. In considerazione della particolarità dei dispositivi fabbricati su ordinazione che si possono definire prototipi definitivi, destinati, a differenza di altre produzioni in serie, ad essere impiegati essi stessi, i prodotti intermedi (leghe e ceramiche dentali), destinati ad essere impiegati nella fabbricazione, possono essere considerati dispositivi medici.
Chiara ed utile appare la definizione degli utilizzatori professionali – espressamente citati i dentisti - che in passato, spesso, venivano confusi con l’utilizzatore finale che è il paziente.
Nella parte concernente le modalità d’immissione sul mercato, il documento in esame definisce puntualmente gli obblighi del fabbricante di dispositivi su ordinazione in merito:
a) procedure precedenti l’immissione sul mercato;
b) dichiarazione del fabbricante;
c) registrazione e notifiche ministeriali;
d) monitoraggio e vigilanza;
e) sorveglianza sui dispositivi già circolanti.
Esaminando le procedure precedenti l’immissione sul mercato, il documento riafferma la necessità di ottemperare ai requisiti essenziali pertinenti ed applicabili contenuti nell’allegato I° della Direttiva e sottolinea la necessità di effettuare un riesame della prescrizione, del prodotto finale rispetto ad essa e di prendere tutte le misure atte ad assicurare che il processo di fabbricazione sia conforme alla documentazione tecnica.
Il documento, inoltre, definisce in dettaglio i dati e le informazioni che devono essere contenute nella documentazione tecnica da predisporre per ciascun gruppo di dispositivi rientranti in una comune procedura di fabbricazione.
Questa elencazione, a nostro avviso, rappresenterà la via maestra per la redazione di una metodologia esaustiva e semplificata su cui basare la futura autoregolamentazione del settore odontotecnico.
Infatti, il documento apre un varco ad ipotesi di semplificazione di sicuro interesse; a titolo esemplificativo, si segnala la rassicurazione della piena accettabilità di una prassi che, in materia di indagini cliniche, si limiti alla compilazione ed al riesame delle testimonianze cliniche esistenti.
Infine, il documento contiene anche interessanti delucidazioni sui limiti entro i quali possono attestarsi i fabbricanti di dispositivi su ordinazione per ciò che concerne i loro obblighi di partecipazione attiva al monitoraggio del mercato (comunicazione d’incidente ) ed alla sorveglianza dei dispositivi già immessi in circolazione in modo da determinare le procedure per l’utilizzo delle informazioni di ritorno e predisporre le misure correttive del caso.
Come CLAAI, continueremo con costanza e competenza a seguire tutte le prossime evoluzioni ed informeremo puntualmente la categoria.
Intanto nel campo ECM, dopo lo splendido successo dei mesi scorsi che ha risolto brillantemente la “questione formazione continua” ad alcune centinaia di odontotecnici abbiamo elaborato il programma di un nuovo corso dal titolo “Bite e similari nella risoluzione di sindromi algico-disfunzionali dell’apparato stomatognatico. Cenni anatomo-fisiologici e patologici, nozioni di progettazione, analisi razionale e costruzione” che si svolgerà nell’ultima settima di ottobre e nella prima di novembre. Come sempre ci avvarremo dell’ottimo corpo docente, già conosciuto dalla maggior parte degli odontotecnici e frutto della collaborazione con l’IPSIA Casanova di Napoli.

ODONTOTECNICI: ASSEGNATI DAL MINISTERO DELLA SALUTE 33 CREDITI FORMATIVI

PIENO SUCCESSO DEI CORSI ECM ORGANIZZATI DALLA CLAAI

Nello scorso mese si sono concluse con successo le varie edizioni di due corsi ECM – Educazione Continua in Medicina – per odontotecnici, accreditati dal Ministero della Salute e che hanno registrato oltre 150 partecipanti.
Il primo corso “ Principi di prevenzione, sicurezza, igiene e primo soccorso. Applicazione e evoluzione del D. LGS 626/94” è stato accreditato con 18 crediti formativi e il secondo “ Progettazione e realizzazione di apparecchiature ortodontiche rimovibili ed inamovibili” con 15 crediti formativi.
Preliminarmente è doveroso ringraziare l’IPSIA Casanova di Napoli per la collaborazione, l’intero corpo dei docenti formato dai prof. Ciro Valentino, Paolo Parrinello, Ciro Russo, Luigi Masarone, Domenico Berritto, Antonio Berritto e Cristiano Mirisola, la Camera di Commercio di Napoli, che finanziando i corsi ha permesso la partecipazione gratuita e, naturalmente, la categoria degli odontotecnici per la massiccia e fattiva partecipazione.
Gli odontotecnici che hanno partecipato ai citati due corsi con i 33 crediti complessivamente assegnati, hanno assolto all’obbligo imposto dal Ministero della Salute per il 2004 e hanno, sicuramente, accresciuto le proprie informazioni su temi specifici e di vitale importanza per il migliore svolgimento della propria attività.
Da sempre abbiamo impostato, con piena adesione degli odontotecnici, la partecipazione agli eventi formativi ECM non solo come risposta ad un obbligo, ma, soprattutto, come necessità di acquisire conoscenze specifiche su argomenti importanti e specialistici indispensabili per aumentare la professionalità e lo sviluppo delle aziende.
La professionalità di un odontotecnico e di un qualsiasi altro operatore sanitario può essere definita da tre caratteristiche fondamentali: il possesso di conoscenze teoriche aggiornate, il possesso di abilità tecniche o manuali e il possesso di capacità comunicative e relazionali.
Il rapido e continuo sviluppo della medicina ed, in generale, delle conoscenze biomediche, nonché l’accrescersi continuo delle innovazioni sia tecnologiche che organizzative, rendono sempre più difficile per il singolo odontotecnico mantenere le citate tre caratteristiche al massimo livello.
E’ per questo scopo che in Italia, come negli altri paesi europei, sono stati introdotti alcuni nuovi meccanismi come gli eventi formativi ECM e l’applicazione delle norme contenute nella Direttiva CEE 93/42
Tutti gli odontotecnici, crediamo, conoscono ed applicano con continuità nelle proprie aziende le norme della Direttiva CEE 93/42.
Su quest’ultimo tema abbiamo informato la categoria, sia attraverso il “Notiziario CLAAI” che nel corso dei vari incontri, circa i controlli che il Ministero della Salute stava attuando. Tali controlli continueranno completando la prima fase entro il prossimo mese di settembre, come da convenzione tra il Ministero e l’Istituto Superiore di Sanità.
Nel frattempo il Ministero, che si sta dotando di una propria struttura ispettiva dedicata al Dispositivo Medico su Misura, data la specificità e la peculiarità dei fabbricanti, presenterà alla fine di giugno, in un convegno pubblico un primo bilancio indicativo dei controlli effettuati.
Pertanto, il Ministero della Salute intende proseguire, anche nel futuro, la strada per favorire il più alto livello di attuazione della Direttiva 93/42 senza privilegiare gli aspetti
sanzionatori delle eventuali inadempienze. La prossima fase delle ispezioni avverrà con il sistema della ceck list anche per evitare disparità metodologiche nel corso dei controlli.
La puntuale e corretta applicazione della Direttiva 93/42, soprattutto per quanto riguarda il fascicolo tecnico, i materiali e la rintracciabilità delle materie prime, la scheda di costruzione e controllo, il processo di produzione e manutenzione, l’igienicità e la disinfezione dei materiali e del laboratorio, le fasi finali di confezionamento e la creazione della documentazione, riveste carattere essenziale per la produzione di qualità del dispositivo e per la salvaguardia della salute degli operatori.
Come Claai nel presente e nel futuro continueremo a seguire, come abbiamo fatto negli ultimi due anni, sia l’evoluzione del Sistema della Formazione Continua che i problemi legati all’applicazione della Direttiva 93/42 garantendo agli associati ed a tutta la categoria impegno e professionalità di alto livello in modo da consentire agli odontotecnici di rispondere adeguatamente agli obblighi normativi e alle necessità formative.
In linea con questo impegno i componenti del Comitato Tecnico Scientifico dell’Ente Claaiform sono già al lavoro per predisporre ulteriori interventi formativi, che terranno anche conto delle indicazioni espresse dai partecipanti alle edizioni appena conclusesi e che saranno realizzati nel prossimo autunno.


ULTIM’ORA

LA CONFERENZA STATO-REGIONI NELLA SEDUTA DEL 20 MAGGIO 2002 HA STABILITO CHE “IN CONSIDERAZIONE DELLA CARENTE OFFERTA FORMATIVA REGISTRATASI PER ALCUNE CATEGORIE PROFESSIONALI E’ CONSENTITO SODDISFARE IL DEBITO FORMATIVO PREVISTO PER GLI ANNI 2002 – 2003, OVE POSSIBILE, ANCHE NEL CORRENTE ANNO 2004